Circuito ZTL

Circuito ZTL

Il Nuovo Codice della Strada stabilisce che gli autoveicoli appartenenti a cittadini portatori di handicap in possesso di Pass Blu devono avere il diritto di circolare in tutte le aree ZTL del territorio senza incorrere in sanzioni, a prescindere dal Comune di residenza che ha rilasciato l’autorizzazione.

In questo senso si muove il progetto ZTL Network, il quale si propone di far fronte ai problemi che insorgono a causa della mancata condivisione di dati tra i Comuni. Infatti, le informazioni relative ai permessi di circolazione risiedono fisicamente presso ciascun singolo comune che rilascia l’autorizzazione, ma non vengono condivise con gli altri enti.

L’assenza di scambio di informazioni tra i comuni obbliga un portatore di handicap in possesso di Pass Blu che deve spostarsi in un altro comune a preavvisare in qualche forma (fax, email ecc.) il comune di destinazione. In mancanza di questa segnalazione, la persona che circola in un comune diverso da quello che le ha rilasciato il permesso viene sanzionata se transita in area ZTL; ne segue un ricorso che comporta disagi e spese sia da parte del cittadino che della pubblica amministrazione.

Il progetto ZTL Network ha l’obiettivo di venire incontro concretamente ai bisogni, in tema di mobilità, dei cittadini portatori di handicap in possesso di Pass Blu ma anche quello di tagliare le spese che i Comuni devono sostenere per la gestione dei ricorsi dei cittadini.

Con la creazione dell’infrastruttura ZTL Network, Regione del Veneto è la prima regione d’Italia ad aver realizzato su scala territoriale un servizio di questa portata.

Il progetto può essere considerato un punto di arrivo perché nasce per rispondere, in prima battuta, ad una esigenza concreta, ma anche un punto di partenza perché sarà possibile estendere le sue funzionalità ad altri servizi. Il progetto infatti può essere replicato senza grandi difficoltà dato che è poco invasivo e richiede modesti investimenti.

Quello a cui si deve puntare è la realizzazione del Network Nazionale delle White List magari, perché no, partendo dal modello Veneto.

Sei una pubblica amministrazione?

Se sei una Pubblica Amministrazione e vuoi aderire al progetto ZTL Network devi:

  • sottoscrivere la convenzione;
  • raccogliere i dati relativi ai contrassegni disabili e alle targhe ad essi associati;
  • comunicare a Regione l’elenco di tutte le targhe associate ai pass disabili e, in caso di emissione di nuovi pass, aggiornarlo costantemente;
  • interrogare l’indice regionale e verificare quali targhe, che non appartengono alle White List locali, sono all’interno del circuito ZTL regionale in modo tale da non emettere sanzioni ingiustificate ai propri cittadini.

Sei un cittadino?

Sei un cittadino portatore di handicap in possesso di Pass Blu? Chiedi al tuo Comune di far registrare le targhe delle auto da te utilizzate al circuito ZTL Network.

Guarda il servizio di lancio del progetto del 4 gennaio

facebook
twitter