Pubblica Amministrazione digitale

Identità digitale, fascicolo digitale del cittadino, pagamenti online, mobile first sono alcune delle nuove parole d’ordine per ripensare i servizi digitali della pubblica amministrazione locale verso i cittadini e le imprese. Riconsiderare i processi e l’organizzazione della “macchina” pubblica attraverso la dematerializzazione, l’apertura ed integrazione dei back-office e gli open data rappresenta una sfida ineluttabile nel più ampio processo di riordino delle pubbliche amministrazioni.

E’ necessario sviluppare forme di collaborazione innovative tra i diversi livelli delle pubbliche amministrazioni per condividere conoscenza, modelli organizzativi, servizi ed infrastrutture; come pure si punta all’omogeneizzazione delle procedure e alla messa a disposizione per tutte le P.A. di tutte le migliori sinergie presenti sul territorio.

La pubblica amministrazione (in particolare il livello regionale) deve agire come piattaforma abilitante e non più (o non solo) come sistema di erogazione di servizi innovativi al territorio. Questo significa:

  • investire e sostenere nelle “precondizioni” per lo sviluppo più che nei servizi
  • aprirsi alle “energie e all’intraprendenza” degli altri soggetti attivi sul territorio e non solo (associazioni, imprese, persone etc)
  • mettere in discussione i modelli organizzativi, le attività e i servizi erogati fino ad ora

 

Incontri sul territorio

Il 3 marzo a San Donà di Piave si è parlato di Pubblica Amministrazione e digitale. Vedi le foto e il video, scarica le presentazioni e le sintesi dei lavori della giornata.

Forum

Consulta l’area del forum dedicata al rapporto tra digitale e Pubblica Amministrazione. Raccontaci le tue proposte e commenta i suggerimenti e le idee inserite da altri.

facebook
twitter