smart communities

Le allerte meteo-idrologiche, gli smottamenti, gli eventi franosi, gli incendi e tutti gli eventi ad essi collegati richiedono un intervento tempestivo da parte della Pubblica Amministrazione per la diffusione di segnalazioni in tempo reale alla cittadinanza, soprattutto per quanto riguarda i comportamenti da adottare per minimizzare i rischi. Allo stesso tempo, i cittadini possono diventare, grazie al digitale, “sensori attivi” in caso di emergenze.

Le nuove reti sensoristiche, l’utilizzo dei droni e le rilevazioni satellitari rappresentano solo alcuni esempi di strumenti e mezzi tecnologici innovativi che permettono di raccogliere in modo diretto enormi quantità di dati. Come gestire tali dati per la prevenzione e la tutela del territorio? E’ possibile pensare a sistemi intelligenti di analisi predittiva dei possibili rischi?
Le specificità del territorio montano richiedono strumenti e soluzioni tecnologiche ad hoc? Riuscire a creare un unico punto di accesso e contatto per tutti i soggetti che vivono e lavorano nel territorio montano rappresenta un valore aggiunto? Come è possibile favorire l’integrazione e l’interoperabilità dei sistemi informativi di tutti gli attori del sistema montano (dagli enti locali, alle aziende di trasporto, alle asl..)?

 

Incontri sul territorio

Il 27 febbraio a Belluno si è parlato di smart communites e dell’utilizzo del digitale a tutela e sviluppo dei territori, in particolare quello montano. Vedi le foto e il video, scarica le presentazioni e le sintesi dei lavori della giornata.

Forum

Consulta l’area del forum dedicata al tema delle smart communities e all’utilizzo del digitale per la tutela e lo sviluppo dei territori. Raccontaci le tue proposte e commenta i suggerimenti e le idee inserite da altri.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

facebook
twitter